lunedì 1 settembre 2014

Threef n. 7: edibili resti e la cucina del recupero. Una cesar salad, o quasi.



L'esperienza Threef prosegue e ci accompagna verso l'autunno con un numero a tema sostenibile.
E siamo al numero sette. Anzi otto, contando anche il numero zero.
Come passa il tempo.
A me questo Threef accompagna nel primo autunno dei miei "anta", mentre litigo con le distanze tra appunti e tastiera. Gli occhiali da lettura, ahimé, arrivano la prossima settimana.
Mi sembrava ieri che spalmavo l'antiacne ed ormai è già troppo tardi anche per l'antirughe.

Segno del tempo, o meglio dei tempi, anche il filo conduttore di questo Threef.
Un numero anticrisi, antisprechi: il recupero e la rielaborazione creativa degli avanzi.
E vi assicuro... sfogliando quelle pagine, nessuno penserà a frigoriferi tristi, avanzi dispari da appaiare.

Il punto di partenza per me è il pollo allo spiedo. Del giorno prima.

Sì, quello che avete preso in rosticceria al volo, alle 19:29, macchina parcheggiata (se così si può dire) da circo in obliquo sul marciapiede.
Quel pollo allo spiedo troppo frequente, emblema triste della vita di lavoratore troppo full time.
Fortunatamente il mio pollivendolo resta aperto sino a tardi e vende il "pollo intero tagliato" - così recita il cartello, giuro - a 0.15 € in più del semplice "pollo intero". Che i servizi si pagano.

Non so a casa vostra, ma da me non c'è mai una benedetta volta in cui non avanzi un po' di petto.
(Quasi tutti gli utenti nel mondo della rosticceria da asporto sognano un pollo allo spiedo quadrupede).
La mia proposta è un'idea per rivisitare il classico avanzo di pollo allo spiedo e trasformarlo in una cesar salad di polpette morbidose.






Ceasar salad rivisitata
(per 4 persone, circa 40 polpettine)

Per l'insalata con polpette

1 cuore di lattuga gentile
Cubetti di pane
Scaglie di parmigiano
1/2 pollo allo spiedo avanzato (250 di polpa)
120 g patate al forno avanzate
1 spicchio d'aglio schiacciato
1 cucchiaio worchester
1 cucchiaio succo di limone
50 g parmigiano grattugiato
qb sale e pepe
1 cucchiaio di farina
1 cucchiaio pangrattato
qb olio e.v.o.

Nel mixer frullare il pollo, le patate, l'aglio, il parmigiano, la salsa, il succo di limone, sale e pepe sino a rendere il tutto abbastanza amalgamato e lavorabile.
Formare piccole polpettine e passarle nel mix di farina e pangrattato.
Rosolarle circa 8 minuti in una padella antiaderente con olio caldo, scuotendola spesso perché le polpette si dorino da tutti i lati.
Mettere da parte e nel fondo di cottura tostare il pane a cubetti.
Servire le polpette tiepide sull'insalata, accompagnando con scaglie di formaggio e i crostini di pane.


Per il dressing
200 ml yogurt bianco
2 foglie lattuga
1 cucchiaio senape
1 cucchiaio worchester
2 cucchiai parmigiano grattugiato
1/4 spicchio d'aglio schiacciato
qb sale e pepe

Frullare tutti gli ingredienti per accompagnare l'insalata.




Buona serata e buona lettura con questo nuovo numero di Threef !

14 commenti:

  1. Sfogliato ieri, bellissimo anche questo numero di threef dedicato alla cucina del recupero.
    Hai ragione, il pollo della rosticceria avanza sempre!! Questa idea è molto sfiziosa e alternativa alla solita fine ( insalata di pollo).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E avanza sempre il petto ! Un abbraccio a entrambe

      Elimina
  2. Quanto amo questo numero... e voi siete state bravissime come sempre... e che dire di questa tua idea... geniale???
    bravissima!

    RispondiElimina
  3. IDEA DAVVERO GENIALE, COMPLIMENTI!!!!BACI SABRY

    RispondiElimina
  4. Ottima rivisitazione, bellissima idea. Mi hai fatto morire dal ridere con la considerazione sull'antiacne e l'antirughe :D Ne so qualcosa :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero o no ? Dall'acido azelaico all'acido ialuronico senza passare dal via. E poi dicono che sono... acida. Guarda un po'...

      Elimina
  5. Sei sempre grande nelle ricette, cara Ilaria!
    Ma, le introduzioni, sono senza dubbio il tuo "piatto forte"!!!
    Adesso riderò per una settimana...

    Un bacione.

    Valeria

    P.S.: Hai un po' di tempo, venerdì pomeriggio? Vorrei portarti il tuo regalo di compleanno... in ritardissimo!

    RispondiElimina
  6. A me con gli squali che mangiano qui non avanza nulla, ne petto ne coscia, ne ali, ma queste polpettine sono favolose la prossima volta compero due polli, avanzerà qualcosa no? Un bacione

    RispondiElimina
  7. proverò sicuramente la tua ricetta, mi piace questa soluzione per il pollo allo spiedo!

    RispondiElimina